Come Giocare a Scala Quaranta

Il gioco della scala quaranta è la versione più diffusa dei discenti del ramino. Lo scopo è quello di combinare gruppi di almeno tre carte dello stesso valore, per esempio tre quattro, o formare delle scale, cioè una sequenza di numeri successivi, almeno cinque carte, per esempio dall’asso al cinque.

Per giocare devi avere almeno un avversario e un massimo di cinque giocatori. il gioco è individuale quindi sarai tu solo contro il tuo o i tuoi avversari. Gioca per primo chi sta alla sinistra del mazziere, ossia tu o uno dei tuoi amici che distribuisce le carte, tredici in tutto e ne mette una sul tavolo girata per farne vedere il valore a fianco del resto del mazzo non distribuito. Ogni giocatore arrivato il proprio turno prende una carta dal mazzo e deve scartarne una, sia di quelle che ha in mano che la stessa appena pescata, in base al tipo di gioco che vuoi fare puoi decidere che carta eliminare per fare le tue combinazioni.

Puoi anche prendere una carta che è stata scartata dal tuo avversario di destra, ossia quello che precede il tuo turno, ma questo può avvenire solo se prima hai sceso, o calato come si dice in gergo,le carte che hai in mano. Per calare devi avere almeno quaranta punti in mano e per raggiungerli puoi adoperare uno o più Jolly che acquistano il valore della carta che vanno a sostituire.

Ti ho detto che per calare devi avere in mano almeno quaranta punti, allora ti spiego bene il valore delle carte: Asso vale 11 punti se lo posizioni in una scala con il re (A, K, Q, J, 10) altrimenti vale sempre 1; Le figure (K, Q, J) valgono 10 punti; Le altre carte quanti punti indicano sulla facciata. Una volta che hai aperto, ossia che hai calato sul tavolo le tue combinazioni con un minimo di quaranta punti, continui il gioco regolarmente ad ogni tuo turno decidendo se continuare a pescare dal mazzo o prendendo la carta scartata da chi ti precede. Inoltre durante il tuo turno puoi decidere se aggiungere carte alle tue combinazioni o a quelle dei tuoi avversari che hanno calato in tavola, per esempio se sul tavolo trovi una scala da uno a cinque di cuori ed hai in mano il 6 di cuore, puoi decidere di aggiungerlo o meno, questo dipende da te e dal tuo gioco.

Vinci il gioco solo quando sei riuscito a calare tutte le tue carte e quando al tuo ultimo turno prendi una carta dal mazzo e ne scarti una non rimanendo in mano con altre carte. Per fare questo ti consiglio di fare attenzione a non incartarti, nel senso che se rimani con due carte in mano, quando arriva il tuo turno ne prendi una terza, ed anche se hai fatto un tris, non puoi chiudere il gioco perchè hai l’obbligo di scartare sempre una carta.

Chi chiude si vede addebbitare un premio in negativo, mentre gli altri devono pagare le carte che sono rimaste a loro in mano, se non hanno mai calato pagano 100 punti, quindi saranno a 100, chi invece ha calato paga le restanti in mano, quindi il Jolly 25 punti, le figure 10 punti, l’asso 11 punti e le altre carte il valore della loro facciata. Si continuano così le mani sommando i punti, se vinci prendi i punti che gli avversari pagano, per esempio pagano 50, tu avrai un premio di – 50 punti, se perdi prende i tuoi punti chi ha chiuso. Termina quando rimane in gioco solo un giocatore e gli altri hanno superato il punteggio di 101.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *